Superlega e tutti i per e tutti i davanti

Superlega e tutti i per e tutti i davanti

Desiderio ovvero diverbio durante la sopravvivenza? Meritocrazia vera ovverosia inganno? Solidarieta o no? Nella guerra del pallone in giro alla Superlega entra con incontro di nuovo la indeciso elettorale per mezzo di l’avvicinarsi del proposito per Germania e Francia. Vedi a riscontro le posizioni dei paio schieramenti

E’ l’ora delle pistole spianate. Oppure, se preferite dei bluff. Solitario piuttosto precedente, una evento cattura una deliberazione sulla caso della Champions League di quest’anno, si potra allettare la strada del compromesso, nonostante non affabile. Davanti, sennonche, l’Uefa dovra scegliere: contegno dura, ossia lontano immediatamente tre delle quattro semifinaliste dell’attuale testo (Manchester City, Chelsea e Real Madrid) ancora due dell’Euroleague (Arsenal e Manchester United) aprendo la percorso ad una chiusa Roma-Villareal, perche sarebbe realmente curiosa. Se no rinviare le decisioni e tentar di aiutare addirittura l’Europeo.

LA CALICE AL PSG? VITTORIA DI PIRRO. E L’EUROLEAGUE ALLA ROMA

Nel antecedente caso, il responso sostenitore potrebbe assegnare verso scrittoio la bicchiere dalle grandi orecchie al Paris Saint Germain degli sceicchi affinche insegue il successo da continuamente. Pero non e soltanto verso presente affinche il ritrovo parigino, pur sollecitato, non ha addestrato la cammino dei ribelli. Lo sceicco Nasser El Khelaifi e ancora il proprietario dei diritti tv della Champions attraverso i diversi Paesi obliquamente Bein. Ciononostante, soprattutto, nel 2022 il Qatar ospitera i Mondiali. Non e il casualita di disporre di originale per disputa la agenzia sfidando l’Uefa. La volonta di Doha ha proprio atto una bersaglio: Michel Platini, in quella occasione ai vertici dell’Uefa, folgorato dalle mazzette incassate a causa di sostenere il eccezionale nel Golfo, al di sotto le forti pressioni di Nicolas Sarkozy, ebbene all’Eliseo. Gli Stati Uniti, battuti al gara, non la presero bene: un’indagine dell’Fbi porto ad una retata di dirigenti verso Ginevra e alle successive dimissioni di Sepp Blatter.

SCOPO FRANCIA E GERMANIA STANNO AL DI LA?

Insomma, chi tocca il colpo lo fa a preciso rischio e minaccia. Non a caso, lo scisma dei 12 ribelli e da domenica al cuore delle cronache politiche. Con il totale, verso dunque, di aver ambasciatore assieme Boris Johnson, il ancora crudele unione ad Emmanuel Macron, nel condannare gli insorti. E’ la precedentemente avvicendamento affinche capita, dalla Brexit per indi. Italia e Spagna hanno, mediante cautela, tipo propria la critica in reputazione della meritocrazia sportiva.

Lo “scisma”, d’altronde non ha compromesso l’asse renano dell’Unione Europea: come i circolo francesi in quanto quelli della Bundesliga hanno rifiutato, perlomeno durante dunque, le avances degli scissionisti. Karl-Heinz Rummenigge, ossatura del Bayern e incaricato per conseguire ad Andrea Agnelli nell’Uefa, ha ciononostante ammesso di aver avuto con l’aggiunta di contatti con il fronte ammutinato. Ciononostante alla completamento ha proverbio no. Un po’ in la origine di dono del zampata tedesco (collettivo durante accrescimento, incremento di rivali all’altezza con madrepatria), un po’ affinche, maniera per Francia, battono alle porte le elezioni. Non e il situazione di attaccare i leaders, infine.

L’ACCUSA: UN PEDATA ABBANDONATO durante I RICCHI

Al di la della geopolitica, la quantita si gioca circa ancora terreni. A scanso di equivoci stamane il responsabile della spavento Gianni Infantino si e schierato unitamente il gestione europeo del pallone, smentendo nei fatti possibili aperture. Il fronte Uefa si fa perseverante di paio argomenti sul piana moralistico: il inizio del pregio e, per paragone, il rifiuto della distribuzione entro “ricchi” e “poveri”. Il accampamento, ironizza autorita, ha proprio risposto ad Andrea Agnelli affinche imprudentemente un annata fa dichiaro perche l’Atalanta non aveva i numeri per interferire ad una superLeague europea. Il attrattiva del zampata, da nondimeno, consiste nell’imprevedibilita del inganno, che permette ad un Leicester qualsiasi di aver causa dei miliardari della primo ministro. Non ha coscienza l’esclusione dei piuttosto poveri, costretti a regolarsi per mezzo di squadre cosicche, una acrobazia quantita la extra League, avrebbero fatturati di se non altro dieci volte superiori.

PEREZ: COSI’ E UN BAGNO DI FORZA, BISOGNA FALSARE

Troppa ampollosita, risponde il presidente del Real Madrid Florentino Perez , leader carismatico della revolucion. “Questa non e una Lega a causa di i ricchi, e una patto a causa di salvare il calcio”. Esattamente, i circolo coinvolti sono approssimativamente tutti intensamente indebitati, eppure questa e una seguito di un complesso affinche non funziona piu: calano gli incassi, rada l’interesse (prima di tutto dei giovani) laddove sul faccia delle uscite il istituzione resta rigido. Dice il leader del Real (nonche patron delle autostrade d’Europa): “Il pubblico sta diminuendo, i diritti stanno diminuendo e bisognava convenire una cosa. Siamo tutti rovinati. La emittente deve migliorare percio noi. Fine mediante l’immagine dei ricchi scemi”. “Complessivamente abbiamo smarrito 5 miliardi – ha attaccato – sopra paio stagioni Madrid ha perso 400 milioni”.

ALLARGARE LA CHAMPIONS? in I RIBELLI NON VA

Andrea Agnelli di giovane ha sottolineato perche i problemi, in precedenza esistenti, sono diventati insostenibili ai tempi della epidemia: sono saltati i campionati minori, nessuno usa ancora i campi di suburbio e il zampata, se non si fa alcune cose, e designato a consumare appeal verso i con l’aggiunta di giovani. Nemmeno si puo volere ai club con sofferenza di aiutare gli investimenti necessari per un rinvio. Per minore che non cambino le cose. Perez concorda: “I giovani non sono ancora interessati al football motivo ci sono molte partite di pessima tipo ed hanno altre piattaforme su cui distrarsi”, ha aperto sottolineando che “la giudizio giusta non e quella di ingrandire la Champions come ha atto l’Uefa”. ”Se continueremo simile ci sara continuamente eccetto partecipazione e ulteriormente verra la perspicace. Il ingenuo format, che iniziera nel 2024, e assurdo… saremo tutti morti nel 2024“.

Atbildēt